Hai mai pensato a una soluzione alternativa per la tua dimora che superi l’idea classica della struttura in muratura o in cemento. Qualcosa, magari, più vicina alla natura che ti dia la possibilità di godere di un posto più sano per te e i tuoi cari? Questa soluzione esiste ed è economica, comoda e pratica, ideale anche in ottica personalizzazione: stiamo parlando delle casette in legno.

Le casette in legno rientrano nella categoria delle costruzioni prefabbricate di piccola taglia. Si differenziano da altre costruzioni perché molto più comode e molto più economiche. Il loro costo si allontana molto dalle tradizionali costruzioni e sono molto versatili e funzionali.

Il legno conferisce loro un senso di calore e cordialità che le rende adatte a ogni situazione e a ogni nucleo familiare che possieda uno spazio di terra, o giardino da utilizzare.

Le casette in legno richiedono permessi o autorizzazioni edilizie?

Le casette di questa tipologia rientrano quasi tutte in quella casistica edilizia che prevede condizioni normative che necessitano di autorizzazioni edilizie, come nella norma e per tutte le tipologie. Basta chiedere il permesso di costruire al comune in cui si vuole effettuare l’intervento.
Tale autorizzazione viene concessa presentando una dichiarazione di inizio attività stilata da un tecnico professionista (ingegnere, architetto o geometra). Ciò non riguarda installazioni di piccole dimensioni che non necessitano di alcuna autorizzazione.

Cambia il discorso se si intende costruire su un terreno agricolo. In questo caso si devono trovare i presupposti necessari a una costruzione di questo tipo, su questa variante di terreno.
Quella agricola è una terra, lo testimonia il nome, destinata alla coltivazione e all’allevamento di animali, quindi per chiunque volesse realizzare una costruzione di qualsiasi tipo, sia essa casetta o casa in legno, è necessario informarsi bene prima di procedere con valutazioni di tipo tecnico-economico.

Non bisogna dimenticare, inoltre, che le case prefabbricate per terreni non edificabili devono seguire precise regole relative a determinati principi di “mobilità”. I terreni di questo tipo richiedono generalmente che la struttura non sia fissa nel terreno, bensì mobile. In questo caso una casetta in legno spesso soddisfa i requisiti necessari.

Le caratteristiche positive delle casette in legno

Parlando del materiale principale di cui sono composte, le casette in legno presentano delle proprietà che danno loro la possibilità di sfruttare qualità fisiche non indifferenti.

Le caratteristiche positive del legno derivano principalmente dalle qualità intrinseche del materiale di cui sono composte: il legno è infatti molto utilizzato per i suoi molteplici punti di forza e ciò si traduce in un’alta qualità costruttiva sia dal punto di vista strutturale che energetico.

Il legno è completamente rigenerabile e rinnovabile; conferisce alle casette elasticità, leggerezza ma anche un certo grado di stabilità e sicurezza. Possiedono qualità antisismiche indiscusse, derivanti dalle qualità elastiche del legno: queste le rendono meno deboli nei confronti della azione sismica; sono molto adatte e pronte ad attutire urti, scosse e forte vento soprattutto nel breve periodo Inoltre, hanno elevati livelli di salubrità e costi di manutenzione veramente contenuti, ideali per chi vuole installarne una.

Tutte queste premesse servono a evidenziare come le casette in legno, smentendo lo scetticismo che aleggia su strutture di questo tipo, siano estremamente durevoli e longeve.

L’altra considerazione importante sta nel pensiero comune della gente: si pensa infatti che strutture di questo tipo siano più soggette ai pericoli d’incendio, rispetto alle altre abitazioni. In opposizione a questa idea generale, una struttura di questo contrasta in maniera impeccabile il fuoco. Il legno non riesce a bruciare in quanto il suo spessore e l’isolamento di ossigeno, che contraddistingue la parte interna delle aste, non permettono che le parti strutturali possano fondere mettendo a rischio la costruzione.

Le casette in legno possono essere personalizzate in svariate maniere e metrature, a seconda soprattutto della loro destinazione d’uso.

Casette in legno abitabili

Famigliola felice in zona tranquilla e in mezzo alla natura, lontana dal traffico e dal tram quotidiano. Suona la sveglia, ti alzi, apri la finestra e vedi il verde del prato e degli alberi. Sembra una vita da sogno, ma non lo è più adesso. Adesso è realtà. La realtà delle casette in legno abitabili.

Le casette in legno abitabili sono solide, comode e confortevoli; sono facili da installare e hanno una durata nel tempo notevole e si presentano molto ben strutturate, qualità derivanti dall’ampiezza dello spessore delle pareti, ma anche da altri dettagli come le maniglie in metallo e le finestre a doppia apertura.

Molto spesso nella loro costruzione è previsto l’impiego di legname provenienti dai paesi del nord Europa, come l’abete bianco. Gli spessori variano molto a seconda dell’utilizzo e garantiscono per ogni prodotto una vasta gamma di scelta. Si presentano in moduli da assemblare sul posto, attraverso delle attrezzature di montaggio.

La loro metratura va dal 2×2 fino a usufruire dello spazio di un appartamento bilocale, pari a 50 mq. Inoltre sono molto facili da riscaldare: al loro interno possono essere montate con semplicità stufe elettriche o a pellet, indifferentemente. I tempi di distribuzione del calore sono veramente brevi, favoriti dalla comodità degli spazi. La proprietà di isolamento termico del legno consentono, poi, l’assenza di ponti termici sia nella stagione invernale che in quella estiva.

Questa varietà di proprietà fisiche e tecniche permette loro di essere utilizzate in diversi contesti: come strutture per attività da campeggio, come installazione da posizionare nel giardino di proprietà, come casette di montagna per vacanze, casette per piscina, ma anche per scopi sociali e umanitari: molto spesso sono le strutture principali di campi e insediamenti di emergenza per le popolazioni colpite da catastrofi naturali (terremoto, alluvione).

Oltre a rispondere a esigenze pratiche, possono anche essere utilizzate in estate per piacevoli ritrovi con gli amici e come luoghi di relax arredati con poltrone e divani dove trascorrere del tempo in tutta tranquillità.

I costi delle casette in legno abitabili

I prezzi delle casette in legno abitabili variano in base alla tipologia, metratura e finiture, nonché a dettagli particolari. Partendo dall’idea che chi acquista sia una coppia giovane, e quindi si considera uno spazio che oscilla tra i 50 e i 60 mq, con pareti dallo spessore di 44 mm, con una parte esterna da adibire a veranda, si va incontro a un prezzo che parte da 12.000€ per la sola struttura, il quale può lievitare, più specificamente, se si scelgono determinate finiture, come infissi di qualità in legno lamellare con doppio o triplo vetro.

Inoltre, bisogna considerare l’aggiunta o meno il pavimento, perché in quel caso sarebbe un ulteriore costo da sommare a quello relativo a trasporto e montaggio, entrambi fuori dal prezzo della sola casa.

Se la famiglia è numerosa, c’è bisogno di più spazio e aumentando i metri, aumenta di conseguenza anche il prezzo. Per realizzare una casetta in legno di 115 mq composta da ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, 2 camere, bagno e la veranda, con dettagli tecnici quali: impiego di legno massello, spessore pareti pari a 70 mm, tetto con trave e perlina, si deve avere un budget di acquisto che va dai 20.000 ai 25.000€, escludendo sempre finiture particolari, pavimentazione e il servizio di trasporto e montaggio.

Il tetto, spesso, viene considerato a parte.

Casette in legno da giardino

Nello scegliere la migliore soluzione, giunto alla fine del percorso che ti ha portato a comprare casa, hai certamente pensato alla tua famiglia, alle esigenze dei tuoi cari. Hai immaginato la scena di loro dentro la tua casa: una bella villa monofamiliare con portico e giardino. Il coronamento di un sogno.

Senza dubbio, nell’acquistare la tua abitazione ideale avrai pensato anche a un posto tranquillo per te e i tuoi spazi; per interessarti alle tue passioni. Sicuramente ti starai chiedendo come passare le tue esperienze all’aria aperta e creare un ambiente personale ideale, per coltivare un hobby magari, oppure semplicemente dove poterti rilassare facendo giardinaggio.

Dal lato pratico, se avessi un camino, per esempio, potresti avere il bisogno di un posto per conservare e lavorare la legna. Potrebbe inoltre capitarti di avere degli oggetti che non trovano posto in casa perché il ripostiglio è pieno. Che sia un deposito per gli attrezzi e le biciclette o una semplice sostituzione della cantina, non importa. La cosa importante è che questo posto ti soddisfi. Se sei alla ricerca di queste soddisfazioni, le casette in legno da giardino sono la soluzione ideale per te.

Le casette in legno da giardino sono delle piccole strutture da montare appunto all’esterno della casa, assegnando loro determinate funzioni d’uso a seconda dell’utente finale. I diversi modi di utilizzarle determinano quindi varie dimensioni e metrature, che a loro volta si traducono in prezzi diversi.

I costi delle csette in legno da giardino

Si parte da una base di 600 – 700€, non escludendo offerte al di sotto dei 500€. In questa categoria rientrano strutture di 180cm x 180cm, costituite da pareti dello spessore di 14mm.

Le più grandi arrivano a costare qualche migliaio di euro, con finestre in vetro doppio e pannelli legno di alta fattura e sono adatte per gli ospiti oppure per passare qualche notte in vacanza a casa propria. Alcuni di questi articoli rientrano in pacchetti promozionali in cui all’interno del prezzo è compreso anche il pavimento, possibilità di solito esterna al prezzo della costruzione.

Le casette in legno da giardino vengono consegnate su dei pallet e con un kit di ferramenta per l’assemblaggio, che avviene seguendo le istruzioni di un apposito manuale.